Blog

  1. Home
  2. /
  3. Blog
  4. /
  5. A proposito di Arabica...

A proposito di Arabica e Robusta

Arabica e Robusta sono le due principali qualità di caffè, quelle più conosciute e consumate in tutto il mondo. Si tratta di qualità molto diverse tra di loro: le specie botaniche da cui provengono, denominate Coffea Arabica e Coffea Canephora, hanno pochissime caratteristiche che le accomuna.

Queste differenze, naturalmente, le ritroviamo anche nel gusto e nell’aroma del nostra caffè.

Prima di addentrarci a scoprire quali sono queste differenze, sapevi che il caffè fa parte di una famiglia molto numerosa di piante da fiore chiamata Rubiacee?

Questa famiglia, conta più di 10.000 specie, raggruppate in 3 sottofamiglie, ciascuna delle quali comprende numerosissime tribù

Gli esperti in botanica considerano tutte le piante da seme della famiglia delle Rubiacee come piante da caffè. In realtà, quelle che beviamo abitualmente rientrano nella maggior parte dei casi in due specie: la Coffea Arabica e la Coffea Canephora, meglio conosciuta come Robusta.

Abbiamo detto nella maggior parte dei casi, perché una minima parte della produzione di caffè proviene anche dalle specie Liberica ed Excelsa.

Partire da questa base è importante per comprendere perché senti solo parlare di Arabica e Robusta quando ti riferisci al caffè.

Caffè Arabica

Il Caffè Arabica, originario dell’Etiopia, copre circa il 70% della produzione mondiale del caffè.

L’Arabica è coltivata prevalentemente in America Latina, generalmente ad altitudini elevate, tra i 900 e i 2000 metri sul livello del mare. Qui l’Arabica incontra il tipo di terreno, le piogge regolari e il sole di cui ha bisogno. L‘Arabica è una pianta decisamente delicata e più vulnerabile della Robusta, essendo poco resistente alle intemperie e, per questo, ha costi di produzione piuttosto elevati.

Una tazzina di Arabica (o di miscela di caffè diversi contenente una buona percentuale di Arabica) lascia in bocca un gusto dolce, un po’ fruttato, ma anche leggermente acido. Il colore del caffè non è scuro, ma presenta una gradazione nocciola con sfumature rossicce.

Caffè Robusta

Il caffè Robusta è originario dell’Africa Occidentale e costituisce il restante 30% della produzione mondiale.

Viene coltivato ad altitudini più basse e a temperature più alte perché si adatta bene agli sbalzi climatici, cresce velocemente ed è molto forte e resistente di fronte agli attacchi dei parassiti, questo grazie all’alto contenuto di caffeina.

I chicchi di Robusta hanno un gusto più ricco e deciso, con sfumature di legno e terra e un retrogusto di frutta secca e cacao.

Come distinguere i chicchi

Queste due qualità di caffè hanno chicchi facilmente distinguibili: l’arabica ha chicchi ovali e affusolati, di un colore che va sul giallognolo-verdino, mentre i chicchi di robusta hanno una forma più tondeggiante e anche un solco centrale, con una sfumatura di color giallo bronzeo.

Meglio l’Arabica o la Robusta?

Arrivati fino a qui sicuramente ti starai chiedendo se è meglio scegliere una miscela Arabica o una di caffè Robusta.

Se da un lato è vero che l’arabica è considerata la qualità migliore, quella con maggior pregio, è anche vero che non è detto che sia quella preferita da tutti.

La scelta dipende essenzialmente dal gusto personale e, naturalmente dalla qualità del caffè che scegliamo.

Se cerchi un’indicazione più precisa della qualità di un caffè, affidati ai punteggi di cupping o controllane l’origine.

Una buona soluzione consiste nell’optare per miscele che contengono entrambe le qualità di caffè. Ad esempio la nostra miscela Special, caratterizzata da un gusto rotondo e persistente tipico delle migliori selezioni di caffè Arabici e Robusta, è perfetta per chi cerca un caffè ben strutturato e con un contenuto medio-alto di caffeina.

 

 

Condividi su